È una materia complessa non solo da spiegare in maniera semplice, ma anche difficile da curare perché numerose sono le cause che possono provocare questo disturbo. Vertigine, capogiro, disequilibrio, sono tre parole differenti per indicare un medesimo disturbo che, oltre ad essere fastidioso, può diventare addirittura invalidante, quando viene associato alla nausea e al vomito. Molte volte può addirittura essere pericoloso per chi guida autobus, pilota aerei o aziona macchinari pesanti.

Oltre i quarant'anni, colpisce il 30% delle persone e la sua frequenza aumenta con il passare degli anni. Il principale sistema neurologico coinvolto nell'equilibrio è quello detto "Vestibolare" che dà la percezione di stabilità, movimento e orientamento rispetto alla gravità. È composto da vari distretti anatomici:

1. Apparato vestibolare dell'orecchio interno (canali semicircolari, otoliti, sacculo e utricolo).
2. VIII nervo cranico (cocleo vestibolare) che conduce i segnali provenienti dall'apparato vestibolare alle componenti centrali del sistema nervoso.
3. Nuclei nel tronco encefalico e del cervelletto.

Quando sono interessati i distretti anatomici 1 e 2 si parla di disturbi periferici, mentre l'interessamento del distretto anatomico 3 è una patologia centrale (cervello) causata principalmente da disturbi vascolari: emorragie, infarti, ischemie o da tumori. In questa sede ci limiteremo a trattare solo i disturbi di tipo periferico con vertigine.

Cause

Le cause più frequenti di disequilibrio con vertigine sono:

  • Vertigine posizionale benigna (rotazione parossistica scatenata dal movimento del capo e della persona, detta anche Cupololitiasi).
  • Malattia di Meniere (caratterizzata anche dalla diminuzione dell'udito e dalla presenta di intensi acufeni, prevalentemente fischi).
  • Neuronite vestibolare (causata da virus).
  • Labirintite (interessamento dell'orecchio medio da infezione virale o batterica)

Altre cause meno frequenti che possano provocare la sintomatologia sopra ricordata sono:

  • Otite media (infezioni virali o batteriche).
  • Traumi cranici o fratture dell'osso temporale.
  • Neurinoma dell'acustico (tumore benigno che interessa il nervo acustico).
  • Farmaci Ototossici (antibiotici Aminoglicosidi, Clorochina, Furosemide, Chinino)

La vertigine parossistica posizionale, che è la causa più comune di sindrome vertiginosa, nella stragrande maggioranza dei casi viene facilmente curata con manovre liberatorie (per esempio quelle di Semont) eseguite da chi le sa correttamente effettuare (di norma lo specialista). Una volta imparate, il paziente può ripeterle per proprio conto in caso di nuovo attacco vertiginoso.

Si fa presente che sintomatologie chiamate pseudovertigini (c'è un senso di disequilibrio, ma non la vera vertigine) sono altrettanto frequenti, ma causate da altri tipi di patologie per esempio: esiti di colpo di frusta, artrosi cervicale o discopatie. Tali tipi di pseudovertigini si curano con terapie adatte alla patologia che le causano.

Diagnosi

Una buona anamnesi ed una visita accurata potrà, nella maggior parte dei casi, assicurare una diagnosi la più corretta possibile soprattutto per instaurare una terapia adeguata. In molti casi può essere necessaria una visita specialistica Otorinolaringoiatra o Audiologica per ricercare la vera causa della sintomatologia.

Se verrà ritenuto opportuno un ampliamento delle ricerche diagnostiche, potrà essere richiesta oltre alla visita, l'esecuzione delle Prove Vestibolari, una Audiometria con Impedenzometria e talora una RMN con mezzo di contrasto nel caso in cui si dubiti la presenza di problemi vascolari o tumorali.

A cura dello Staff Medico


Saniclic ricorda

Ricordiamo che su Saniclic puoi trovare e prenotare la tua prestazione sulle migliori Strutture e Professionisti al Servizio della tua Salute e di tutta la tua famiglia.

PRESTAZIONI:

Scegli tra i tanti servizi che Saniclic ti offre

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioni Accetto