Il Glaucoma è una patologia frequente la cui incidenza aumenta con l’età: ne soffre il 10% delle persone oltre i 70 anni. Progredisce con il passare degli anni, in modo indolore e senza alcun sintomo evidente.

Il Glaucoma è una malattia degenerativa che colpisce progressivamente il nervo ottico (il nervo che trasmette le immagini dall'occhio al cervello). Può colpire uno o entrambi gli occhi.

Vi sono due tipi di Glaucoma il primo, quello più frequente (90 %),  viene denominato:

  • Glaucoma cronico ad angolo aperto, si sviluppa negli anni (10/20) in modo indolore e senza sintomi evidenti. Il primo deterioramento della vista è riscontrabile quando il nervo ottico è danneggiato per oltre il 40%. Purtroppo è un danno irreversibile ed è per questo che è importante effettuare controlli specialistici in modo da poter diagnosticare e trattare farmacologicamente questa malattia prima possibile. La ipovisione o la perdita della vista sono le conseguenze inevitabili di questa incuria. Il secondo tipo, fortunatamente meno diffuso, viene denominato.
  • Glaucoma acuto ad angolo chiuso, si manifesta all'improvviso, accompagnato da dolore oculare intenso e da improvviso calo della vista. É una situazione di emergenza che necessita di intervento medico immediato. Esiste poi un Glaucoma congenito che si manifesta nelle prime settimane di vita ed è molto raro (1 caso ogni 5000 nascite).

 

Cause

Le cause precise non sono ben note. Numerosi sono i fattori di rischio che sono stati identificati.

La familiarità è uno di questi. In una famiglia che ha presentato tra i suoi componenti casi di Glaucoma è necessario che gli altri familiari facciano dei controlli specialistici regolari in modo da diagnosticare la malattia per tempo ove si manifesti e a trattarla con i farmaci appropriati.

I traumi oculari, l'ipertensione arteriosa, il diabete, la terapia prolungata con corticosteroidi, l'età avanzata e la miopia sono altri fattori di rischio che possono intervenire nell'insorgenza della malattia.

 

Trattamento

Normalmente il glaucoma viene trattato con farmaci sotto forma di colliri (talvolta anche con diuretici) che tendono a ridurre la quantità di umor acqueo all'interno dell'occhio, abbassando quindi la pressione intraoculare (quest'ultima rilevabile con un apposito apparecchio). Generalmente questo primo riscontro (tonometria) ci facilita la diagnosi.

Molti di questi colliri hanno la capacità di indurre reazioni secondarie sistemiche (dall'occhio queste sostanze vengono immesse nella circolazione generale) ed è quindi buona norma comunicare al medico curante e/o all'oculista l'insorgere di sintomi quali asma, aritmie cardiache e/od altri che sono insorti dopo l'assunzione dei colliri.

Quando i farmaci non sono sufficienti si interviene con la terapia Laser a seconda del tipo di Glaucoma.

Quando anche la terapia laser non fosse sufficiente si procede all'intervento chirurgico con microchirurgia ed è efficace in tutti i tipi di Glaucoma.

                                                                  

Sono numerosi gli Oculisti che possono prendere in cura il tuo problema. Saniclic ti dà la possibilità di cercarli nella tua provincia.

http://www.saniclic.it/cerca-visite.html

Scegli tra i tanti servizi che Saniclic ti offre

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori informazioni Accetto